Post Brexit e pandemia: un aiuto formativo per gli italiani in UK in modalità “furlough”

La pandemia causata dal Covid-19 e le difficoltà economiche da essa provocate hanno generato una profonda crisi sul mercato del lavoro i cui effetti sono tuttora in atto. 

L’Ufficio statistico nazionale riporta che il Regno Unito è entrato nella “più grande recessione mai registrata”. Il numero di lavoratori in cassa integrazione per almeno un periodo di tre settimane – dato fornito dal Coronavirus Job Retention Scheme del Governo (CJRS) – si attesta sui 9,5 milioni tra marzo e luglio 2020.

I settori più colpiti dalla crisi sono quelli dell’ospitalità, dell’arte e del divertimento seguiti da quelli dell’istruzione, delle costruzioni e del retail.

Per fornire un supporto concreto agli Italiani residenti nel Regno Unito che hanno perso il lavoro o sono stati messi in “furlough”, il Consolato Generale d’Italia a Londra, ha lanciato un’iniziativa formativa innovativa rivolta specificamente al settore dell’ospitalità.

Il progetto che partira’ l’8 di febbraio, ed e’ finanziato dalla Direzione Generale per gli Italiani all’Estero del Ministero degli Affari Esteri, sarà realizzato in collaborazione con la societa’ “Sagitter Training” (https://www.sagittertraining.com/ ) attraverso corsi settimanali della durata di 5 giorni ciascuno. Verranno affrontati 5 moduli (panoramica del settore ed opportunità di crescita professionale, sala, cucina, controllo dei costi e risorse umane) che vedranno la combinazione di attivita’ online realizzate da validi professionisti del settore ed attivita’ pratiche presso le strutture partners che daranno l’opportunita’ di apprendere sul campo.

Le partnership sono state realizzate con due catene ristorative di eccellenza: il gruppo San Carlo (https://sancarlo.co.uk/ ) ed RC Group (https://www.rcgroup.online/?lang=en )

Per ulteriori informazioni è possibile scrivere a: london@sagittertraining.com